Cronaca di un depistaggio

Poco più d’un anno fa, dopo avere letto l’ultima porcata – un vero e proprio depistaggio – scritta sulla morte di Nino, avevo deciso di denunciarlo all’ordine dei giornalisti, ma non trovai il suo nome né nell’albo dei pubblicisti né in quello dei professionisti, così pensai che, malgrado l’età, non fosse iscritto e, dunque, c’era poco da denunciare. Poi, nei giorni scorsi, in occasione di una delle tante inchieste giudiziarie che scandiscono la vita quotidiana degli enti locali siciliani – una storia di munnizza, mafia e politica – capisco perché non ho trovato quel nome fra gli iscritti all’odg: perché il tizio non si chiama Salvo Cutuli, come firma i “pezzi”, ma Alfio, inteso Salvo.
Continua a leggere

Annunci